Parrocchia di Castelletto di Leno (Bs)

Supplemento Bollettino n. 82

Supplemento n° 82 al BOLLETTINO PARROCCHIALE – Domenica 24 febbraio 2013

Carissimi parrocchiani,

siamo tutti sorpresi e sconvolti per la rinuncia di Papa Benedetto XVI al pontificato. Non manchiamo di pregare per lui e per il suo successore che, certamente, sarà il migliore che lo Spirito Santo suggerisce.

Oggi ci sono le elezioni politiche: avevo lanciato una sfida da queste colonne, ma vedo che nessuno l’ha raccolta… l’evoluzione della campagna elettorale e le ultime perle dei giorni scorsi mi hanno confermato ancor di più di quanto avevo detto allora.

 

QUARESIMA di FRATERNITA’

La Quaresima ci fa guardare ai POVERI; i bambini hanno ricevuto a catechismo una cassettina; le loro offerte aiuteranno gli otto progetti missionari diocesani spiegati sul libretto quaresimale degli adulti.

E gli adulti della Parrocchia cosa faranno?

Propongo alcuni estratti di una bellissima lettera che mi ha inviato in questi giorni don Stefano, già mio collega di studi in Seminario a Brescia e che dal 2009 è missionario in BRASILE, “fidei donum” si dice, cioè inviato dal nostro vescovo in aiuto ai sacerdoti di quella diocesi. Si trova nella zona NORD del Paese, in uno Stato (sapete che il Brasile è una Federazione di Stati) che si chiama AMAPA’, nella città capitale di MACAPA’…

La Quarta domenica di Quaresima, 10 marzo prossimo, alle Sante Messe (compresa quella del pomeriggio al Cimitero) raccoglieremo offerte libere per aiutare la Missione di Don Stefano, che è una Missione voluta e sostenuta dalla nostra Diocesi di Brescia: un esempio molto bello (assieme a tanti altri) di chi, alle belle parole, fa seguire FATTI.

 

Dalle MISSIONI

Macapà, 15 febbraio 2013                  Carissimo don Gianluca,

stiamo iniziando una nuova Quaresima: Dio crede ancora che la nostra conversione sia possibile e ci concede un altro tempo favorevole. Più spesso siamo noi a non crederci, come se vivere la fede in pienezza sia sempre qualcosa che spetta agli altri. Il punto fondamentale è porre Gesù al centro della nostra esistenza e spostare l’autore delle decisioni, anche quelle secondarie, da noi a Lui.

Per verificare se abbiamo o no fatto di Gesù il centro della nostra vita è sufficiente chiedersi: a chi penso di più durante la giornata? Chi è che prende le decisioni sulla mia vita: io o Gesù? Chi comanda nella mia famiglia?

… È nato anche il Consiglio Economico Parrocchiale, che riunisce i 13 tesorieri delle comunità della parte urbana della parrocchia. La proposta è che si riunisca ogni due mesi per condividere una riflessione sull’uso del denaro comunitario e prendere insieme le decisioni sulle spese future. Ad esempio in questo momento stiamo spendendo 10.000 euro al mese per la costruzione del Centro Pastorale S.Expedito: cinque sale di catechesi, segreteria, cucina, vasto portico aperto, bagni e una casa dove abiterà una coppia che animerà i progetti e vigilerà sulla struttura. Chiaro che a questo ritmo in due mesi o terminerà la costruzione o terminerà la cassa parrocchiale. La seconda ipotesi è quella reale. Nell’area che è di 60 x 60 metri già è attivo il progetto Zuppa santo Expedito che ogni sabato aiuta più di cento famiglie (il quartiere è una delle zone più povere di Macapà) e un campo dove è attiva una scuola di calcio per i ragazzi…

Qui c’è sempre qualcuno pronto ad insegnare ad avere un po’ più di entusiasmo e di fede, senza preoccuparsi di sapere tutto prima di impegnarsi. Barbara ad esempio, una bambina di cinque anni della comunità di São Sebastião: durante la Messa teneva stretto con le due mani il libretto dei canti, aperto in una pagina qualsiasi e cantava con gioia. Non sa leggere, ma ha imparato le parole dei canti ascoltando gli adulti e non la ferma più nessuno, con gli occhi fissi sulla pagina qualsiasi, canta con gioia l’amore di Gesù per tutti noi.

O Lucas di quindici, che ha invitato i suoi amici al circolo biblico della comunità, adolescenti che passano più tempo per strada che in casa e che non ho mai visto in chiesa, ma quella sera lui li ha chiamati e ha proposto loro di leggere insieme la Bibbia, nella casa della signora Creuza, dove ogni mercoledì circa venti persone si riuniscono, già da due anni, e passo dopo passo sono già arrivati ai libri sapienziali. Fra i venti più di metà sono giovani e la signora Creuza, che è già nonna, li aiuta a parlare e commentare il testo. È lo stesso orario delle novelas e delle partite di calcio in televisione, ma è più bello essere protagonisti della propria vita che assistere da spettatori alla vita degli altri

Il giorno dell’Assemblea Parrocchiale è stata anche ufficiliazzata la nascita della Caritas Parrocchiale Nossa Senhora di Nazaré. Era da un anno che stavamo lavorandoci e già parecchie iniziative sono in corso… Abbiamo un magazzino che raccoglie tutte le donazioni e stiamo aprendo un piccolo centro di ascolto per accogliere i bisogni delle famiglie e provare a rispondere…

Tornerò a Brescia l’11 giugno, restando fino all’11 luglio. Spero di potervi incontrare tutti. Un forte abbraccio, buona Quaresima e grazie di tutto!

don Stefano

 

Con questa bella testimonianza, pervenutami da oltre Atlantico, ricordo che continua la QUARESIMA; centri di ascolto, quaresimale e altro; speriamo per tutti…

Il Parroco – Don Gianluca