Parrocchia di Castelletto di Leno (Bs)

Supplemento Bollettino n. 296

Parrocchia della Trasfigurazione di Nostro Signore
Piazza Giovanni Paolo II, 2 – 25024 – Castelletto di Leno – Brescia
Codice Fiscale 97004190175 – Partita IVA 03385840982

Il Parroco: Don Gianluca Loda
Telefono: 030-907915 – Cellulare: 333-2332854

Sito Internet: www.parrocchiacastelletto.it
e-mail: gianluca2017loda@gmail.com

Supplemento Straordinario al Bollettino Parrocchiale N° 296
Edizione di mercoledì 1° gennaio 2020

——————————————————————————————————————————————————–
AUGURI per un FELICE ANNO NUOVO!

Carissimi fedeli di Castelletto,
avete letto il SUPPLEMENTO 295?
Riporta il Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace, scritto dal Santo Padre. L’avete letto?
Sì, sì, sì… Vedi invece che NON sei sincero?
[scusa: e poi dicono a me che non sono sincero???]
Leggi sempre tutte le curiosità pruriginose, ma non degni di uno sguardo un testo importante, che può aiutarti a riflettere e ad agire di conseguenza… o no?
Riprendo allora dalle PAROLE DI FRANCESCO uno dei tratti più belli e importanti del messaggio citato, scritto in occasione della Giornata Mondiale della Pace 2020 (proprio la giornata odierna, con la quale iniziamo il nuovo anno):

“Ancora oggi, a tanti uomini e donne,
a bambini e anziani,
sono negate la dignità, l’integrità fisica,
LA LIBERTÀ, COMPRESA QUELLA RELIGIOSA,
la solidarietà comunitaria,
la speranza nel futuro”.

Tutti sappiamo bene che la pace non può esserci dove manca la LIBERTÀ RELIGIOSA.
Tanti nostri fratelli cristiani in molti Stati sono limitati o addirittura impediti o perseguitati psicologicamente e fisicamente solo per il fatto di essere cristiani!
Sì, questo avviene anche nel primo giorno dell’anno 2020, non erano solo cose del lontano Medioevo (uhhh!).
Sì, sappiamo bene che questo avviene in molti luoghi del mondo, dove i padroni sono i signori di altre culture, di altre civiltà, di altre religioni…

Da noi si vuole “aprire” a tutti e a tutto. Ma altrove ragionano così, siete sicuri che la pensano come noi?
Dgl

Ed ecco un po’ di cronaca:

1 – CESTO NATALIZIO – siccome dovremo rifare la pavimentazione anti-urto nel piccolo parco giochi dei bambini in Oratorio, spendendo circa 10 mila euro, abbiamo proposto una piccola sottoscrizione a premi iniziando con 140 numeri al costo di un euro ciascuno ed un cesto in palio con prodotti offerti (= quindi a costo zero). L’estrazione è avvenuta domenica 22 dicembre scorso durante lo spettacolino degli auguri natalizi dei bambini nel pomeriggio in Teatro Paolo VI all’Oratorio. Vincitrice (nomen omen = il nome indica il ruolo!) è stata Vittoria Braga di Leno – Via Tito Speri, 317 – di fronte alla COBO; uno dei biglietti (= ben 5!!!) venduti da Roberto Piubeni, da me subito rinominato “fortunello”! E chi poteva vincere, secondo voi, se non una signora di nome Vittoria?

Ecco gli ingredienti contenuti nel nostro
cesto natalizio:
1-Salame fresco appena preparato – grammi 997 (Allevamento Suinicola Gobbi Dario e William di Castelletto – Norcino Tomasoni Francesco di Fenilnuovo – operazioni avvenute in cascina di proprietà all’inizio di dicembre 2019);
2-Uova in confezione da sei – pasta gialla, di prima scelta (Allevamento fratelli Rizzotto Renato e Giuseppe di Squadretto);
3-Panettone classico – grammi 750, con Spumante dolce (Colle Lauro-Gran Dessert-75 cl) cartonati, ditta Motta “Melodie di Natale”;
4-Grana Padano DOP – grammi 722 – in confezione sotto-vuoto; prodotto dal Caseificio San Rocco di Bedizzole;
5-Mostarda Sperlari – grammi 560 – con frutta candita variabile, senza glutine;
6-Tagliolini all’uovo “Le Ruvide” – due confezioni – grammi 250 ciascuna;
7-Pasta Valdigrano (Rovato) – grammi 500 – una confezione;
8-Sugo Barilla al basilico – grammi 400;
9-Torrone Vergani, morbido alle mandorle – 200 grammi;
10-Marrons Glacés Vergani – 200 grammi;
11-Ovetti di cioccolato al latte assortiti, ditta Dolciando – grammi 400 circa;
12-Mandarini (varietà: clementine) – circa 2000 grammi – a riempimento del cesto

Se vi pare poco… ——————————————————————————————

2 – BABBO NATALE A CASTELLETTO – Se Babbo Natale quest’anno è stato così gentile con gli studenti italiani portando sotto spelacchio (= l’albero di Natale di Roma) le dimissioni di Fioramonti (= il ministro della pubblica istruzione), un regalo meraviglioso (e non perché l’ha detto il giorno dopo di me anche Matteo Salvini) a Castelletto invece, sotto i due alberelli del sagrato della Chiesa c’ha fatto proprio uno scherzo da prete!
Infatti la Curia – Ufficio Amministrativo – ha respinto la fattura Barbieri! (cfr. il comunicato 294, pagina 7). Allucinante, perché le “consegne” reciproche sono che la Parrocchia ha concesso alla Diocesi di poter dirottare il rimborso derivante dal sinistro della tromba d’aria su un conto corrente della Diocesi stessa e la Diocesi s’è impegnata con la Parrocchia al pagamento delle fatture relative, ovviamente inerenti il sinistro e non altre.
Ora, a fronte dell’invio della fattura si è ottenuto non un pagamento, ma un respingimento! Ohibò! Perché?
Babbo Natale l’ha motivato così, come segue.
Leggete, signori, leggete!

E-MAIL DELL’UFFICIO AMMINISTRATIVO DELLA DIOCESI
IN DATA 20-12-2019 – ORE 17.08
INVIATA AL PARROCO DON GIANLUCA LODA
Mittente: Economato Diocesi di Brescia

Con la presente sono a comunicare l’avvenuto pagamento della fattura 300 della ditta SAER (bonifico in allegato).
Segnalo inoltre che la fattura n. 27 di “BARBIERI Tinteggiature” NON è stata pagata, perché NON conteggiata nel verbale di perizia conclusivo.
Tale intervento effettuato sull’oratorio non era previsto nella liquidazione dell’indennizzo.
Buona serata
Marco Mondini
****************************
DIOCESI DI BRESCIA – Economato
Via Trieste 13 – 25121 BRESCIA
Tel. 030.3722213 Fax 030.3722290
C.F. 80048540175

Il don è corso prontamente ai ripari, come si può confermare da copia del bonifico del 24 dicembre 2019,
riportato qui a fianco →

3 – BONIFICO in merito alla
FATTURA BARBIERI
I Signori della Curia (vescovo e amici) forse non hanno pensato che in questa storia io ci metto la faccia (= non loro) davanti a chi ha eseguito i lavori, perché ero stato io due anni fa a suonare il campanello di casa dell’imbianchino, sono stato io l’anno scorso a commissionare il lavoro dopo che l’impresario aveva finito la parte delle murature (lavoro regolarmente pagato dalla Diocesi a dicembre 2018 dietro presentazione di regolare fattura) dicendo che si poteva iniziare le tinteggiature, sono stato ancora io, a fine lavori delle tinteggiature a dire alla ditta di emettere fattura, garantendo che sarebbe stata subito pagata da chi di dovere. Capite?
Così ho pensato bene, proprio per non compromettere la mia reputazione (e non quella di altri che manovrano i fili a distanza di sicurezza), ho ritenuto doveroso procedere a pagare io, personalmente, il 24 dicembre scorso questa fattura dal mio conto corrente, perché sui due conti correnti della Parrocchia una somma così elevata non era disponibile. Questo avveniva in mattinata, mentre don Franklin era in Chiesa a confessare, essendo (guarda caso!) anche la Vigilia di Natale. Vedete cosa deve frullare nella testa di un povero parroco la mattina della vigilia di Natale?
Tutto questo (i pensieri che frullano e il bonifico eseguito) è avvenuto con buona pace di chi forse si augurava magari che l’imbroglio riuscisse!
Ma la Provvidenza ha disposto diversamente, rompendo le uova nel paniere, cioè ha fatto in modo che io avessi in deposito su CC personale almeno la disponibilità necessaria di questa somma… (vedi la copia del bonifico riportata nella pagina precedente).

4 – COSTI del SITO INTERNET della
PARROCCHIA – AGGIORNAMENTO
Oltre ad essere poco agile e piuttosto limitato nelle opportunità che offre, adesso, in data 6 dicembre 2019, è arrivata la sorpresina di Santa Lucia… un aumento di circa il 100% sul canone richiesto da Popolis in un colpo solo! Che velocità! Ma tant’è! O mangiare la minestra o saltare la finestra! Si passa da circa 100 a circa 200 euro all’anno…

5 – CONCORSO DEI PRESEPI
PER I RAGAZZI del CATECHISMO
Ci saranno in palio tre premi, anche questi OFFERTI, per i tre presepi dei bambini che risulteranno vincitori (alle premiazioni che si terranno domenica 5 gennaio 2020 al termine della funzione serale dell’arrivo dei Re Magi:
1 – BIBBIA ILLUSTRATA
Edizioni San Paolo in due volumi in cofanetto
[offerta da anonimo,
valore = circa 30 euro];
2 – BUONO PER DUE PIZZE
con due bibite e due caffè
[offerte dal Ristorante Pizzeria
“El Caminito” di Leno – V. Brescia, 52;
valore = circa 22 euro];
3 – PUZZLE 104 PEZZI – Ed. Clementoni
[offerto da Cartolibreria, Profumeria, Giocattoli – Bonazza Andrea “Andreino” di Leno, Via Brescia, 3/F,
valore = euro 10].
Si ringraziano gli “sponsor” e le famiglie che hanno iscritto (NB – gratuitamente!) i bambini del catechismo al concorso.
Tutti i concorrenti (anche i tre presepi vincitori) riceveranno un Diploma di partecipazione (= in stile pergamena) a ricordo.
Le fatine (Sara e Chiara), che quest’anno sostituiscono i chierici (che non sono stati inviati da Roma), assieme al don (il quale sarà presente solo a garanzia della correttezza dei processi di giudizio – se volete come “probus vir”) comporranno la giuria, che sommerà “in unum” le tre sentenze di giudizio di primo grado, di appello e di cassazione (= quindi emetterà sentenze inappellabili definitive).
Con l’augurio che vincano i migliori, ricordando che il presepio più bello, alla fine, non è quello più grande, né quello più elaborato o più costoso, ma quello vissuto col cuore e dove i bambini si ritrovano davanti a pregare, meglio se insieme a mamma e papà, e riescono a “viverlo” come l’ambiente sacro di casa del tempo natalizio.
                                                                                                                                                                                                  Dgl