Parrocchia di Castelletto di Leno (Bs)

Supplemento Bollettino n. 131

Supplemento n° 131 al BOLLETTINO PARROCCHIALE – Domenica 18 gennaio 2014

Carissimi Parrocchiani,

Mese dell’Educazione – continua in gennaio. Ben partecipato e vivace è stato l’incontro con Don Marco Mori, mercoledì sera, coi volontari dell’Oratorio. Eravamo presenti in trenta. All’inizio ci è stato presentato il nuovo Progetto dell’Oratorio “Dal cortile”, consegnato dal Vescovo alle parrocchie della Diocesi nel mese di novembre scorso. Il catechista, l’animatore, il barista… per il ragazzo e per il giovane diventa un adulto che accompagna, che si fa vicino, uscendo dal suo ruolo istituzionale e comunica una “parola all’orecchio”, come si preoccupava di fare don Bosco, nel cortile dell’Oratorio. Si parte dal cortile, dove chi arriva all’oratorio si sente accolto, salutato: c’interessa che sei qui, siamo contenti per la tua presenza… Dal cortile si diramano gli altri luoghi dell’oratorio: le sale di catechismo (per la formazione cristiana), il bar (per la conversazione e la condivisione), il campo (per lo sport), il parco giochi (per il divertimento dei piccoli), il teatro (per le rappresentazioni), la zona feste (per i momenti più importanti, durante l’anno, specialmente in estate). Chi partecipa e cresce nell’oratorio è chiamato poi a uscire, a portare fuori ciò che ha imparato dentro. Se ti sei incontrato con Gesù, il Signore, lo annuncerai ai fratelli, a scuola, al lavoro, nei ritrovi con gli amici, anche per strada.

I piccoli guardano a noi adulti, e come avviene per i figli che in casa assorbono tutto il modo di parlare, di essere e di fare dei genitori, così avviene in Oratorio: diventiamo maestri con le parole e molto di più con la vita pratica.

I piccoli hanno un sesto senso meraviglioso per intuire se chi sta davanti a loro crede davvero quello che dice oppure se i fatti smentiscono le sue parole…

S’è rilevata da parte di alcuni di voi l’esigenza di maggior formazione e preparazione. C’è però una carenza d’informazione: la diocesi propone molte iniziative particolari per una preparazione adeguata anche degli operatori dell’oratorio, ma chi vi partecipa? È la solita distanza che si rileva “dal dire al fare…” Abbiamo ancora molta strada da percorrere; cerchiamo di camminare insieme e, con l’umiltà di accettare anche cambiamenti quando servono ad intercettare meglio le esigenze dei giovani e dei ragazzi.

In coda s’è ricordato che il 19 aprile prossimo si rinnoverà il Consiglio Pastorale ed in seguito, a rotazione, si dovranno rinnovare anche il Consiglio per gli affari economici e il Consiglio dell’Oratorio: cominciate a parlarne tra di voi.

Benedizione delle stalle e delle cascine – Per la festa di Sant’Antonio Abate mi sono recato la settimana scorsa per la consueta benedizione annuale, accompagnato dal Sig. Renato Feroldi, che ringrazio. Ormai conosco tutte le aziende e i luoghi produttivi di Castelletto. La benedizione diventa un motivo di preghiera, fatta insieme, e di condivisione. Ringrazio le molte persone che, senza chiedere nulla, hanno voluto fare un’offerta alla Parrocchia. Vi ringrazio tutti, ancora una volta, per la Vostra generosità.

Festa di Sant’Agnese, Patrona delle ragazze – Avete notato che quest’anno s’è voluto dare a questa ricorrenza una risonanza maggiore, a diversi livelli: celebrativo, formativo, aggregativo e goliardico. Dei quattro momenti in programma mi permetto di raccomandare alle adolescenti (e alle loro mamme!) la serata con la Dottoressa Olga Alessandrini, una donna, specialista nelle dinamiche adolescenziali e familiari, che s’intratterrà, a porte chiuse, con le nostre adolescenti-giovani (dai 14 ai 20 anni) per poter dialogare con loro di argomenti che raramente vengono affrontati con la dovuta serietà e competenza. Per la pizzata e per le scenette ci sono ancora molti posti – qui la partecipazione è aperta a tutti – su prenotazione. Quanto alla Messa mi pare superfluo dire che è il cuore stesso di ogni festa religiosa. Non sarà facile ripetere in futuro un’altra Sant’Agnese in grande stile, così…

Il Parroco – Don Gianluca