Parrocchia di Castelletto di Leno (Bs)

Supplemento Bollettino n. 122

Supplemento n° 122 al BOLLETTINO PARROCCHIALE – Domenica 28 settembre 2014

Carissimi Parrocchiani,

entriamo nella SETTIMANA MARIANA, per la quarta edizione, per un avvio in preghiera dell’Anno Pastorale. Quest’anno siamo in sintonia col Sinodo dei Vescovi in Vaticano (5-19 ottobre) sulla FAMIGLIA e con gli accorati e ripetuti appelli del Santo Padre per chiedere la PACE. Non mancheranno nei diversi momenti riflessioni e preghiere specifiche, che avvicinino il nostro cuore ai Vescovi che riuniti per ragionare sulle principali difficoltà che le famiglie incontrano nel mondo ai nostri giorni e per sentire più vicini i popoli vittime del terrorismo e della guerra. Sei sacerdoti saranno presenti tra noi, come segue:

lunedì sera alle 20: don Domenico Paini;

mercoledì alle 20: don Davide Colombi;

giovedì alle 16: don Renato Loda;

venerdì al Massago: Mons. Giovanni Palamini (Abate di Leno);

sabato dalle 9 alle 11:

don Alberto Baiguera (Porzano);

domenica alla Processione:

don Arturo Balduzzi (Gottolengo).

“Cercate il Signore mentre si fa trovare, invocatelo mentre è vicino”.

Sono certo che tutti saprete utilizzare con frutto questi giorni particolari di grazia e aiuterete a pregare anche coloro che sono distratti o lontani.

“Di generazione in generazione la sua misericordia si stende su quelli che lo temono”

diceva Maria nel Magnificat; e noi sacerdoti continuiamo ad esserne spettatori!

Si propone quest’anno di ritirare un DIPLOMA di consacrazione al Cuore Immacolato di Maria (domenica 28 settembre) leggendo bene il testo, cercando di capirlo e di condividerne il contenuto, scrivendo poi il proprio nome e quello dei familiari che aderiscono. Lo si riporta in chiesa in un cesto la domenica successiva (5 ottobre). Nell’ultima Messa Solenne delle ore 18.30 il cesto verrà portato all’altare assieme ai doni dell’offertorio, per indicare l’offerta di noi stessi e delle nostre famiglie al Signore e a Maria. Al termine della Processione con la Madonna del Rosario il celebrante, a nome di tutti, affiderà alla Madonna tutta la Parrocchia. Dopo la funzione ciascuno potrà riprendere il proprio diploma e portarlo a casa come ricordo di questa particolare settimana.

Iniziamo con entusiasmo, sicuri che Maria non mancherà di sovrabbondare in grazie quanto vanno loro vicini.