Prenotazione Messe

PRENOTAZIONE INTENZIONI di SANTE MESSE ed UFFICI in PARROCCHIA

Per esaudire il desiderio del maggior numero di persone che intendono far celebrare in Parrocchia una Santa Messa in suffragio di uno dei propri defunti, dopo alcuni mesi di prova, propongo alla comunità il seguente REGOLAMENTO:

  1. Per ogni singolo defunto si può prenotare un’intenzione di S. Messa per il mese in corso e per il mese successivo fino ad esaurimento posti (esempio: in dicembre si potranno prenotare Messe per il mese corrente, se è rimasta disponibilità e per il successivo mese di gennaio…) – Il sacerdote può mettere tante intenzioni in ogni Messa, ma può applicare solo un’intenzione. Pertanto quando un posto è stato assegnato non si può dare ad un altro;
  2. l’offerta della Messa è libera; indicativamente la cifra di 15 euro è da ritenere adatta per una Messa feriale;
  3. per gli Uffici e per le Messe festive e prefestive è adatta un’offerta di 20 euro;
  4. le Messe di anniversario di morte possono essere prenotate nel giorno esatto fino al 1° dicembre 2012 (inizio del nuovo anno liturgico) – Si cercherà di dare una corsia preferenziale per anniversari particolari (primo, decimo, venticinquesimo, cinquantesimo);
  5. chi vuol far celebrare più Messe (poche o tante), purché senza vincolo di data e di luogo, previo versamento dell’offerta di almeno € 10 ciascuna (tariffa diocesana), può prenotare tutte quelle che vuole dal parroco. Tali Messe saranno celebrate in Parrocchia secondo gli spazi disponibili; molto più facilmente saranno celebrate fuori Parrocchia o versate a missionari o sacerdoti che necessitano d’intenzioni o all’Ufficio Messe della Curia;
  6. presso il parroco si possono prenotare anche cicli di MESSE GREGORIANE (alle indicazioni diocesane), che saranno celebrate sicuramente fuori Parrocchia (in quanto impegnano un solo sacerdote per trenta giorni consecutivi per un singolo defunto);
  7. per fondare un LEGATO di Messe si può chiedere al Parroco tutte le informazioni necessarie; i Legati devono essere versati in Curia e dalla data di fondazione hanno valore per venticinque anni;
  8. gli attuali legati in essere della Parrocchia vengono assolti durante l’anno; quelli minori verranno accorpati: più legati nella celebrazione di un’unica S. Messa;
  9. nei giorni del TRIDUO DEI MORTI si raccoglieranno intenzioni di Messe seguendo le precedenti consuetudini;
  10. va specificato se la Messa da celebrare è da applicare in suffragio di un defunto oppure per le intenzioni di una persona in vita;
  11.  circa i nomi dei defunti durante la Messa NON si dicono nomi durante il Canone della Messa (né feriale, né festiva, come risulta dalle indicazioni più recenti del nostro Vescovo) – Abitualmente il nome del defunto sarà ricordato prima dell’inizio della celebrazione; faranno comunque fede le intenzioni indicate sul calendario alle porte della chiesa.

Grazie per la comprensione e per la generosità di chi aiuta il lavoro dei sacerdoti contribuendo anche economicamente al loro sostentamento.

Castelletto, 20 novembre 2011

Il Parroco
Don Gianluca Loda